Gestione energetica e sicurezza

Corso professionalizzante (classe di laurea L-9 -Ingegneria industriale)
Sede del corso: SASSARI
Corso a numero programmato locale; Posti disponibili: 50

 

Per l’anno Accademico 2020/2021 il numero dei posti disponibili è fissato come segue:

-  n. posti riservati a cittadini comunitari e non comunitari ai sensi dell'art. 26 L. 189/2002: 47
-  n. posti riservati a cittadini comunitari residenti all’ estero (di cui n.1 riservati ai cittadini cinesi): 3

 

Possono partecipare al Bando i candidati che siano in possesso di:

1.     Un diploma di scuola secondaria superiore;
2.     Un attestato di risultato TOLC-I (test on line gestito dal CISIA) conseguito dal 01/01/2019 ed entro il 18/09/2020.

Per partecipare alla selezione è necessario inoltre:

1.    Provvedere alla registrazione sul self studenti Uniss
2.    Presentare una domanda on line di iscrizione al concorso: a partire dal 09/07/2020 ed entro le ore 23.59 del 18/09/2020, seguire l’apposita procedura on-line e, una volta eseguita la registrazione, effettuare il login e poi cliccare su menu->segreteria ->concorsi di ammissione e selezionare il concorso di ammissione al Corso di laurea in Gestione energetica e sicurezza.

 

I candidati utilmente collocati in graduatoria dovranno, a partire dal 25 settembre 2020 ed entro il 30 settembre 2020, procedere al perfezionamento dell’immatricolazione, pena la decadenza dal diritto di iscrizione, seguendo le istruzioni pubblicate sul sito www.uniss.it nella sezione Immatricolazioni.

Conclusa la procedura di immatricolazione il sistema genererà in automatico un avviso di pagamento relativo alla prima rata e al contributo del corso di studi, per l’anno accademico 2020/2021, che dovrà essere pagato attraverso i sistemi di pagamento elettronici previsti da pagoPA: https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/pagopa entro e non oltre il 30/09/2020.

Il candidato utilmente collocato in graduatoria che per qualsiasi motivo non si sia immatricolato e/o non abbia versato l’ importo dovuto, secondo i termini e le procedure sopra indicate, è considerato rinunciatario, indipendentemente dalle eventuali motivazioni giustificative del ritardo

Il Corso di Studio in breve

Il Corso di Studi professionalizzante forma figure professionali che operano, in forma singola o associata, nel campo della gestione dell'energia e della sicurezza ambientale. Il laureato in questo corso sarà capace di comprendere e partecipare attivamente sia all'evoluzione tecnologica che a quella normativa, saprà tradurre in azioni concrete i bisogni del territorio e del tessuto economico ed inserirsi in realtà lavorative caratterizzate da una rapida e continua evoluzione. Il laureato sarà in grado di analizzare, progettare e risolvere le problematiche tecniche dei settori del comparto energetico e della sicurezza.

Il corso è organizzato in attività didattiche frontali e di laboratorio fortemente improntate all'acquisizione di competenze tecniche. Entrambe le attività sono distribuite tra il primo e il secondo anno e svolte in convenzione con il Collegio nazionale dei Periti industriali. Il terzo anno è invece interamente dedicato al tirocinio da svolgere presso imprese, enti e studi professionali convenzionati.

Profilo professionale e sbocchi occupazionali

Profilo professionale:
Tecnico della gestione energetica e della sicurezza

Funzione in un contesto di lavoro:
funzioni di dimensionamento e realizzazione di sistemi automatici, di processi e di impianti che integrino componenti informatici, apparati di misure, trasmissione ed attuazione per la produzione, trasporto, distribuzione, conversione e utilizzo dell'energia.

Competenze associate alla funzione:
responsabile/consulente di produzione di energie;
esperto del controllo di qualità in produzione energetica;
consulente in merito a sicurezza degli impianti energetici;
esperto in impianti di benessere ambientale; esperto in strategie di risparmio energetico;
responsabile per la progettazione, direzione lavori, realizzazione e collaudo, manutenzione e assistenza tecnica di impianti ed apparati elettrici, elettronici, di piani di prevenzione e sicurezza, sistemi di automazione e di telecomunicazione;
responsabile per la misurazione, le perizie estimative e le verifiche, relativamente ai settori sopra elencati;

Sbocchi occupazionali:
questi professionisti trovano impiego sia a livello dipendente, ad esempio negli enti locali o nelle attività industriali, laddove sono presenti attività relative alla produzione, trasmissione e commercializzazione di energia elettrica o alla realizzazione e manutenzione di macchinari e apparecchiature elettriche ed elettroniche di potenza (i ruoli ricoperti vanno da quelli tecnici a quelli più gestionali-manageriali); sia nella libera professione, avendo la possibilità di praticare attività di consulenza, anche presso Tribunali, in qualsiasi settore di pertinenza; sia nel campo dell'imprenditorialità con l'avvio e la gestione di attività generalmente individuabili in studi professionali o imprese di piccole o medie dimensioni.

Altrettanto rilevante è l'area del risparmio energetico, settore in decisa espansione soprattutto per le problematiche conseguenti ad un utilizzo non razionale delle risorse a disposizione, per la cui risoluzione si rende necessaria la ricerca di energie alternative, lo sviluppo e la sperimentazione di tecnologie a basso consumo.

Conoscenze richieste per l’accesso

Per essere ammessi è necessario possedere il Diploma di scuola media superiore di durata quinquennale o altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo. E' necessario inoltre il possesso di una buona conoscenza della lingua italiana parlata e scritta, capacità di ragionamento logico, conoscenza e capacità di utilizzare i principali strumenti della matematica elementare e dei fondamenti delle scienze sperimentali. In particolare sono richieste conoscenze elementari di matematica (geometria piana e dello spazio, aritmetica e algebra di base, trigonometria) fisica (meccanica, termodinamica ed elettromagnetismo) chimica (chimica generale, organica e struttura della materia) e lingua inglese con un livello assimilabile alla formazione in queste materie acquisibili nella scuola superiore. Il possesso di tali conoscenze è verificato tramite lo svolgimento di una prova di accesso.

Agli studenti che non supereranno positivamente la verifica delle conoscenze richieste per l'accesso saranno attribuiti degli obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso.

Il Test che verrà utilizzato per l’accesso sarà il TOLC-I, erogato dal Consorzio CISIA; è possibile trovare maggiori informazioni, date e tutorial ai link https://www.uniss.it/guide/test-line-cisia e http://www.cisiaonline.it/

Manifesti degli studi

Regolamento didattico AA 2019/20

Regolamento didattico AA 2019/20 in fase di definizione