Terza Missione

Per Terza Missione si intende l’insieme delle attività con le quali le università entrano in interazione diretta con la società, affiancando le missioni tradizionali di insegnamento (prima missione, che si basa sulla interazione con gli studenti) e di ricerca (seconda missione, in interazione prevalentemente con le comunità scientifiche o dei pari). Con la Terza Missione le università entrano in contatto diretto con soggetti e gruppi sociali ulteriori rispetto a quelli consolidati e si rendono quindi disponibili a modalità di interazione dal contenuto e dalla forma assai variabili e dipendenti dal contesto.

 

I campi d’azione della Terza Missione sono:

  1. Valorizzazione della proprietà intellettuale o industriale (brevetti, privative vegetali e ogni altro prodotto di cui all’art. 2, comma 1 del D.Lgs. n. 30/2005)
  2. Imprenditorialità accademica (es. spin off, start up)
  3. Strutture di intermediazione e trasferimento tecnologico (es. uff. trasferimento tecnologico, incubatori, parchi scientifici e tecnologici, consorzi e associazioni per la Terza Missione)
  4. Produzione e gestione di beni artistici e culturali (es. poli museali, scavi archeologici, attività museali, immobili e archivi storici, biblioteche e emeroteche storiche, teatri e impianti sportivi)
  5. Sperimentazione clinica e iniziative a tutela della salute (es. trial clinici, studi su dispositivi medici, studi non interventistici, biobanche, empowerment di pazienti, cliniche veterinarie, giornate informative e di prevenzione, campagne si screening e sensibilizzazione)
  6. Formazione permanente e didattica aperta (es. corsi di formazione continua, educazione continua in medicina, MOOC)
  7. Attività di Public Engagement:
    • Organizzazione di attività culturali di pubblica utilità (es. concerti, spettacoli teatrali, rassegne cinematografiche, eventi sportivi, mostre, esposizioni ed altri eventi aperti alla comunità)
    • Divulgazione Scientifica (es. pubblicazioni dedicate al pubblico non accademico, produzione di programmi radiofonici o televisivi, pubblicazione e gestione di siti web e altri canali social di divulgazione scientifica)
    • Iniziative di coinvolgimento dei cittadini nella ricerca (es. dibattiti, festival e caffè scientifici, consultazioni online, citizen science, contamination lab)
    • Attività di coinvolgimento e interazione con il mondo della scuola (es. simulazioni ed esperimenti hands-on e altre attività laboratoriali)
  8. Produzione di beni pubblici di natura sociale, educativa, politiche per l’inclusione (es. formulazione di programmi di pubblico interesse, partecipazione a progetti di sviluppo urbano o valorizzazione del territorio e a iniziative di democrazia partecipativa, consensus conferences, citizen panel)
  9. Strumenti innovativi a sostegno dell’Open Science
  10. Attività collegate all’Agenda ONU 2030 e agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs)

 

Il Dipartimento di Chimica e Farmacia dell’Università di Sassari è dotato di un Delegato Dipartimentale di Terza Missione, nominato dal Consiglio di Dipartimento in Chimica e Farmacia nella seduta del 4 Febbraio 2021, e di un Comitato Dipartimentale per la Terza Missione, coordinato dal Delegato dipartimentale, di cui fanno parte i referenti dipartimentali dei vari campi d’azione:

1) Attività di public engagement, attività collegate all’Agenda ONU 2030 e agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs): referente Giampiero Boatto (delegato dipartimentale TM);

2) Valorizzazione della proprietà intellettuale o industriale, imprenditorialità accademica, strutture di intermediazione e trasferimento tecnologico: referente Mario Sechi;

3) Produzione e gestione di beni artistici e culturali, produzione di beni pubblici di natura sociale, educativa, politiche per l’inclusione: referente Antonio Brunetti;

4) Sperimentazione clinica e iniziative a tutela della salute, formazione permanente e didattica aperta: referente Alessandra Peana;

5) Strumenti innovativi a sostegno dell’Open Science: referente Emmanuele Farris;

6) Divulgazione scientifica: referente Davide Rozza.

 

Il Dipartimento di Chimica e Farmacia nel periodo 2015-20 è stato impegnato in attività ricadenti in tutti i campi d’azione, il cui dettaglio viene dato nelle sottopagine specifiche per ciascun ambito.

Il Delegato dipartimentale di Terza Missione:

•si interfaccia con il Delegato Rettorale alla Terza Missione e con l’Ufficio Amministrativo di supporto;

•trasferisce, con l’ausilio della Segreteria Amministrativa del Dipartimento, le informazioni sulla Terza Missione provenienti dall’Amm.ne Centrale al Consiglio di Dipartimento;

•interagisce con i referenti dipartimentali dei vari campi d’azione;

•sensibilizza i/le componenti del Consiglio di Dipartimento sulle attività di Terza Missione;

•organizza e coordina il monitoraggio delle attività di Terza Missione dipartimentali;

•predispone i rendiconti e le relazioni periodiche sulle attività dipartimentali di Terza Missione;

•coordina la pagina web dedicata alle attività di Terza Missione sul sito dipartimentale.

 

Il Comitato Dipartimentale per la Terza Missione si riunisce almeno due volte all’anno per:

•programmare le attività di sensibilizzazione, formazione e informazione dipartimentali sulla Terza Missione;

•redigere la relazione annuale sulle attività dipartimentali di Terza Missione entro il 31 Ottobre di ogni anno, da presentare per approvazione al Consiglio di Dipartimento;

•supportare il Delegato dipartimentale nell’esercizio delle sue funzioni.